Home » Blog » Gattini appena nati: cosa fare per prendersene cura

Gattini appena nati: cosa fare per prendersene cura

gattini appena nati

I gattini appena nati sono adorabili, ma richiedono cure speciali. Ecco alcune cose da tenere a mente quando ci si prende cura dei gattini appena nati:

Tenere i gattini appena nati al caldo

Ci sono molti modi per tenere i gattini al caldo e all’asciutto. È possibile utilizzare:

  • un cuscinetto riscaldante
  • una borsa dell’acqua calda
  • una lampada termica.

Assicuratevi che l’area in cui tenete i gattini non sia troppo calda, perché potrebbe essere dannosa per loro. Se i gattini sono freddi, rimuovete qualsiasi fonte di calore e assicuratevi che abbiano accesso al calore stendendo degli asciugamani su cui accoccolarsi o mettendoli accanto a voi in modo che il vostro calore corporeo contribuisca a tenerli al caldo (anche se questo dovrebbe essere fatto solo a brevi intervalli).

Alimentazione dei gattini appena nati

  • I gattini devono essere nutriti ogni 2-4 ore (scopri qui l’alimentazione perfetta per gattini)
  • Usate il latte artificiale per gattini, che è un po’ più concentrato del latte normale.
  • Somministrate il cibo con una siringa o un biberon e un cucchiaio, non con le dita!

Socializzazione

Una delle cose più importanti che potete fare per il vostro gattino, soprattutto se sarà un gatto da appartamento, è favorire la sua socializzazione. Per socializzazione si intende il modo in cui si abitua il gattino a diversi tipi di persone e situazioni.

Questo lo aiuterà a sentirsi sicuro con le persone e gli altri animali, oltre a dargli la sicurezza di poter affrontare nuovi ambienti con facilità.

Far socializzare il gattino non è un lavoro duro, anzi è divertente!

Il primo passo consiste nel fargli conoscere altre persone, in modo che si abituino fin da piccoli a essere a contatto con gli umani.

Ciò significa anche esporli precocemente a tutti i tipi di ambienti, sia in casa che all’aperto, in modo che si sentano a proprio agio ovunque vadano!

Stimolare la minzione e la defecazione

Stimolare la minzione e la defecazione.

All’inizio il gattino deve essere stimolato a urinare e defecare ogni 2-3 ore.

A tal fine è possibile strofinare delicatamente il perineo (l’area tra l’ano e i genitali) con un panno caldo e umido o un batuffolo di cotone. Questo può stimolare il gattino a fare i bisogni se ne ha bisogno. Se notate che il gattino ha difficoltà a fare pipì o cacca, somministrate un clistere con acqua tiepida e olio per bambini fino a quando non avrà svuotato la vescica o l’intestino. Prima lo fa, meglio è!

Qui trovi maggiori informazione su come aiutare a farlo defecare.

Ogni quanto tempo devo pulire la lettiera?

La regola generale è di 1 settimana per ogni mese di età più un giorno: quindi se il gattino ha 3 mesi, dovrete cambiare la lettiera ogni tre settimane anziché ogni giorno come richiesto dalle esigenze di un gatto adulto.

Tuttavia, ci sono delle eccezioni a questa regola; se il gattino ha meno di un anno e sta ancora allattando dalla madre, è meglio per entrambi se non usa una lettiera normale, poiché la maggior parte delle lettiere non sono sicure (leggi qui come scegliere la migliore lettiera) per i gattini di età inferiore ai 6 mesi, a causa di possibili problemi di ingestione causati dall’inalazione di polvere durante le attività di scavo (la polvere può causare problemi respiratori).

Inoltre, molte madri mangiano i rifiuti prodotti dai piccoli per non attirare i predatori nelle loro vicinanze; poiché la maggior parte delle madri non consuma le feci, il bambino potrebbe ricevere un’alimentazione inadeguata che potrebbe portare a condizioni di salute precarie più avanti nel percorso di sviluppo (soprattutto se abbinata a fonti di acqua potabile di accesso limitato come il latte).

Cosa fare appena dopo il parto

I gattini nascono con gli occhi chiusi e le orecchie ripiegate verso il basso. Se necessario, tirate delicatamente le orecchie dei gattini verso l’alto per evitare che si deformino in modo permanente.

I gattini nascono con una copertura di pelo chiamata lanugine, che alla fine verrà sostituita da una pelliccia adulta. Questa pelliccia protegge i gattini durante il parto e subito dopo, oltre a riscaldarli durante l’allattamento (si può notare che il gattino rabbrividisce poco dopo la nascita).

I gattini appena nati necessitano di cure costanti e delicate.

I gattini appena nati hanno bisogno di cure costanti e delicate.

  • Devono essere nutriti ogni 2-3 ore, possibilmente con una siringa, fino a circa 4 settimane di età. Se non siete sicuri della quantità di cibo da somministrare, chiedete al vostro veterinario di consigliarvi quanti millilitri (ml) al giorno somministrare.
  • Tenete i gattini al caldo mettendoli in una scatola di plastica con un cuscinetto termico sotto, oppure mettendo una coperta elettrica sopra la scatola se non volete usare un cuscinetto termico. Potete anche avvolgerli in coperte o asciugamani; assicuratevi che ci sia abbastanza spazio per la circolazione dell’aria in modo che non si surriscaldino troppo.
  • Stimolare i neonati a urinare e defecare almeno una volta all’ora usando il posteriore o la bocca (quest’ultimo metodo è meno stressante). Stimolando delicatamente l’area anale, il pancino si riempirà di vasini, senza forzare la vescica o l’intestino del gattino prima del tempo: se si forzano le vie di uscita, è sufficiente ripulirle e tornare a stimolarle più tardi, quando se ne presenterà l’occasione! Siate pazienti! Cercate di tenere costantemente in braccio ogni singolo gattino durante questo periodo; le coccole aiutano a rilassare entrambe le parti coinvolte: vi sentirete meno stressati sapendo che qualcuno ha bisogno di attenzioni di tanto in tanto, e sarete più propensi a fare i conti con i vostri bisogni.

Conclusione

Le prime settimane di vita di un gattino sono molto importanti per la sua salute e il suo benessere. Per garantire che i gattini appena nati ricevano le migliori cure possibili, è necessario seguire le condizioni sopra indicate.

Se i gattini sono senza mamma, clicca qui per scoprire come prendertene cura.

LEGGI ANCHE GLI ALTRI ARTICOLI:

parassiti gatto
Parassiti gatto: Cosa sono e Cosa fare in questi casi?

Il vostro gatto ha i parassiti? Se siete proprietari di un gatto, probabilmente avrete visto il vost…

gatto_con_le_pulci
Gatto con le pulci: tutto quello che c’è da sapere

Come riconoscere un Gatto con le pulci? Le pulci sono le peggiori! Sono piccole, difficili da indivi…

gatto_zecche
Zecca gatto: Come e quando intervenire

È arrivata la stagione delle zecche e se il vostro gatto ha mai avuto una zecca addosso, sapete quan…

cane e gatto amici
Possono essere cane e gatto amici?

Come posso essere cane e gatto amici? L’ideale sarebbe che fossero migliori amici. Ma a volte …

gatto al sole
Gatto al sole: Perché gli piace

Avete mai visto il vostro Gatto al sole ? Sapete che il vostro gatto è una creatura abitudinaria. Si…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *