Home » Blog » Gattini senza mamma: cosa fare quando li troviamo

Gattini senza mamma: cosa fare quando li troviamo

gattini senza mamma

Tutti abbiamo sentito parlare di gattini senza mamma, ma cosa succede quando se ne trova uno? I gattini orfani di madre possono essere difficili da gestire, ma possono prosperare con l’assistenza umana. Questa guida vi aiuterà a prendervi cura di un gattino senza madre e a dargli le migliori possibilità di sopravvivenza.

Sono davvero orfani di madre?

È importante capire che i gattini non possono essere orfani di madre se sono ancora con la madre. Se un gattino è con la madre e questa non lo allatta, oppure lo allatta ma non lo pulisce, allora ha rifiutato la sua prole e i gattini dipenderanno dagli esseri umani per le cure invece che dalle loro madri naturali.

È anche importante ricordare che i gattini non possono essere considerati orfani di madre se sono con lei questa li allatta: ciò indica che tutto va bene per la cucciolata!

Se non ci sono segni di una madre gatta, è possibile che i gattini siano stati abbandonati. Una madre gatta può essere uccisa da un predatore o investita da un’auto, lasciando la sua prole indifesa. Può anche accadere che si sia ammalata e sia morta per una malattia.

Nutrire i gattini orfani.

Per nutrire un gattino orfano è necessario utilizzare una siringa o un contagocce. I gattini nascono con l’istinto di succhiare e prenderanno acqua e latte dalle vostre dita quando saranno abbastanza grandi, ma fino ad allora dovrete fornire loro il cibo in questo modo.

I gattini devono essere alimentati con latte artificiale riscaldato a temperatura corporea, facendo attenzione a non surriscaldarlo. Date da mangiare a ciascun gattino lentamente e regolarmente per circa 10-15 minuti alla volta (se riuscite a gestirlo), ripetendo le poppate ogni 2-3 ore fino a quando il gattino è sazio, poi lasciatelo in pace per un’ora prima di dargli un altro pasto.

Se si hanno più gattini, sarebbe meglio dar loro da mangiare uno alla volta.

Una volta che il gatto supera le prime settimane di svezzamento, leggi questo articolo per capire come alimentarli.

Fornire calore: è molto importante

Ecco alcune idee per fornire calore:

  • Lampada riscaldante
  • Tappetino riscaldato
  • Bottiglia d’acqua riscaldata
  • Coperta riscaldata
  • Cuccia per gatti che fornisca calore al gattino (o ai gattini) per accoccolarsi (questo cuscino per gatti è perfetto).
    Se avete un vecchio maglione in giro, potete usarlo come “grotta” di fortuna, facendogli dei buchi e fissandolo con uno spago o un nastro per assicurarvi che i gattini non vi cadano.
    È importante non prendere qualcosa di troppo grande, per evitare che si avvicinino abbastanza per stare al caldo. Se siete abili e disposti a lavorare, provate a realizzarne uno voi stessi!

Iniziare a far socializzare i gattini senza mamma con l’uomo

La socializzazione è il processo di introduzione dei gattini nel mondo. Di solito inizia quando hanno poche settimane di vita.

I gattini devono iniziare a socializzare con le persone e gli altri animali, in modo da imparare a comportarsi con loro.

Devono anche imparare che gli esseri umani sono sicuri, in modo da non scappare o nascondersi quando li incontrano. In questo modo il gattino si sentirà più a suo agio in casa e potrà diventare meno timoroso da adulto.

I gattini senza mamma possono essere difficili da gestire.

I gattini senza madre sono una sfida e devono essere nutriti ogni 2 ore. Dovrete tenerli al caldo, puliti e al sicuro dai predatori. Può essere molto impegnativo per una sola persona, ma ne vale la pena per il bene di queste piccole creature.

La socializzazione è un aspetto fondamentale per chi si trova con gattini appena nati. I gattini sono molto curiosi e vogliono esplorare tutto ciò che li circonda; è quindi importante che rimangano in un’area in cui non possano farsi male.

Una grande scatola di cartone, o un trasportino per gatti, è una buona casa di partenza.

I gattini sono carini e coccolosi, ma sono anche molto impegnativi.

Se state pensando di adottarne uno, assicuratevi di avere il tempo da dedicargli e che la vostra casa sia abbastanza grande per tutti quei piccoli artigli!

LEGGI QUI GLI ALTRI ARTICOLI:

Spazzola per gatti
Spazzola per gatti: tutto quello che c’è da sapere

La spazzola per i gatti è estremamente importante per la toelettatura. Ci sono molti motivi per spaz…

alopecia gatto
Alopecia nel gatto: Cosa fare e come curarla

Alopecia Gatto: L’alopecia, o perdita di pelo, colpisce sia gli esseri umani che i gatti. In e…

malattia della pelle nel gatto.png
Malattia della pelle nel Gatto: come riconoscerla e cosa fare

Malattie della pelle del gatto – Cosa succede quando il gatto ha una malattia nella pelle? Nel…

Gatti di razza
Gatti di razza: Tutte le razze e specifiche

I gatti di razza sono animali domestici molto adorabili, ma allo stesso tempo anche molto costosi. I…

Gatto domestico a pelo corto
Gatto domestico a pelo corto: Razza, Alimentazione e longevità

Il gatto domestico a pelo corto è un animale sociale, affettuoso e molto adatto come animale da comp…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.