Home » Blog » Quanto deve mangiare un gatto? Scopriamolo

Quanto deve mangiare un gatto? Scopriamolo

quanto deve mangiare un gatto

Una delle domande più frequenti che i proprietari di gatti si pongono è: quanto deve mangiare il mio gatto?

Molte persone credono di dover nutrire il proprio animale solo una volta al giorno, ma in realtà è vero il contrario. Lo stomaco del gatto inizia a espandersi quando mangia e può crescere fino a quattro volte le sue dimensioni. L’espansione richiede del tempo, quindi non avviene subito dopo aver mangiato. La chiave non è solo sapere di quanto cibo ha bisogno il gatto, ma anche dargli il tempo necessario per abituarsi alle sue nuove abitudini alimentari.

Sappiamo tutti che uno dei fattori più importanti per una vita sana è la dieta.

È risaputo che uno dei fattori più importanti per una vita sana è l’alimentazione.

Ciò che si mangia ha un impatto diretto su come ci si sente e sul funzionamento del corpo. Questo è particolarmente vero per i gatti, che sono carnivori obbligati (mangiano solo carne).

Ciò significa che necessitano di un’alimentazione specifica per sopravvivere e prosperare.

In questo articolo esamineremo cosa compone una corretta dieta per gatti e perché è così importante per il vostro amico felino!

Ebbene, per il vostro gatto non è diverso.

I gatti non sono diversi dagli esseri umani.

Hanno bisogno di mangiare più di una volta al giorno, perché non possono gestire lo stomaco pieno dopo un solo pasto.

Il corpo del gatto sta crescendo, quindi ha bisogno di più energia. Un gatto dovrebbe fare due pasti al giorno e non uno solo!

Quanto deve mangiare un gatto? Scopriamo tutto quello che c’è da sapere!

Quanto dovrebbe mangiare un gatto?

La risposta non è così semplice come si potrebbe pensare.

Il fabbisogno nutrizionale del vostro gatto dipende da molti fattori, tra cui l’età e il peso, il livello di attività, il metabolismo e persino la razza.

A meno che il vostro gatto non sia un gatto sedentario che si muove a malapena dal suo posto preferito sul divano (nel qual caso probabilmente non dovrete preoccuparvi di dargli da mangiare), ci sono diverse cose che potete fare per assicurarvi che riceva abbastanza cibo per mantenersi in salute.

Diamo un’occhiata alla quantità di cibo che il vostro amico felino dovrebbe consumare in ciascuna di queste categorie.

Molte persone credono che il loro gatto debba mangiare solo una volta al giorno, ma in realtà è vero il contrario.

Molte persone credono che il loro gatto debba mangiare solo una volta al giorno, ma in realtà è vero il contrario.

Se lo nutrite due volte al giorno, sarà molto più soddisfatto e meno propenso ad assillarvi al momento del pasto. L’aspetto migliore di questa opzione è che non farà ingrassare troppo il gatto, perché le calorie saranno bilanciate dal suo livello di attività durante il resto della giornata!

Cosa dicono i veterinari?

La maggior parte dei veterinari raccomanda due pasti al giorno, anche se il vostro amico è più pesante.

Molti proprietari sono sorpresi di sapere che i gatti hanno bisogno di mangiare più di una volta al giorno. Il metabolismo dei gatti è molto più veloce del nostro, quindi bruciano energia molto più rapidamente di noi. Ciò significa che hanno bisogno di più cibo per mantenersi correttamente.

Il metabolismo dei gatti si è evoluto nel corso degli anni per aiutarli a sopravvivere in natura, dove vanno costantemente a caccia di prede e devono cercare il pasto successivo ogni giorno.

Se avete un gatto obeso o con qualche chilo di troppo, può essere difficile per lui perdere questi chili di troppo a causa della rapidità con cui brucia calorie ogni giorno, semplicemente essendo attivo!

Lo stomaco di un gatto inizia a espandersi quando mangia e può arrivare a quadruplicare le sue dimensioni.

Il modo migliore per determinare la quantità ideale di cibo per il vostro gatto è pesarlo e vedere dove si colloca nella tabella sottostante.

Il peso medio dei gatti adulti è di circa 3 chili, ma ogni gatto è diverso.

Quanto cibo bisogna dare al gatto?

La quantità di cibo di cui un gatto ha bisogno dipende da fattori come l’età e il livello di attività, due elementi facili da monitorare se si tiene d’occhio quanto mangia nel tempo (o se ci si siede con lui mentre mangia).

Ma c’è un altro fattore che può influire sulla quantità di cibo del vostro amico peloso: il metabolismo!

Questo termine si riferisce al tasso di conversione tra calorie consumate ed energia spesa di un animale; in altre parole, alla velocità con cui brucia energia rispetto alla velocità con cui assume calorie dalla dieta.

I gatti hanno generalmente un metabolismo più elevato di quello degli esseri umani, il che significa che quando noi consumiamo 100 calorie di cibo (cosa che noi non avremmo problemi a fare!) i nostri piccoli amici felini potrebbero aver bisogno di 200 o addirittura 400 calorie!

Ecco perché la maggior parte dei veterinari consiglia di tenere sotto controllo non solo il peso, ma anche i livelli di attività nel tempo, in modo da sapere esattamente quale tipo di dieta funziona meglio per ognuno di loro 🙂

Gatto che mangia troppo? bisogna fare attenzione!

Lo stomaco pieno rende il gatto infelice e aumenta le probabilità di sovrappeso, che può portare a diversi problemi di salute.

Lo stomaco pieno può portare a obesità, diabete, malattie cardiache, ecc.

È molto importante monitorare le abitudini alimentari del gatto. Lo stomaco pieno porta all’obesità e a varie altre malattie come il diabete o le malattie cardiache.

Se il tuo Gatto ha sempre fame, clicca qui per scoprire come risolvere.

Una volta stabilita la quantità di cibo necessaria per nutrire correttamente il gatto, il passo successivo consiste nell’abbandonare con cautela e gradualità la dieta attuale (leggi qui come cambiare i croccantini per gatti gradualmente).

Questo processo dovrebbe essere effettuato lentamente e costantemente per un periodo di settimane o mesi, a seconda della quantità di peso che il gatto deve perdere.

È importante non affrettare le cose; si vuole che la chimica del corpo del gatto si adatti lentamente, in modo che non vada in shock o inizi ad avere altri problemi di salute quando si apportano cambiamenti così significativi alle sue abitudini alimentari.

Il segreto è dare all’animale il tempo di abituarsi alle nuove abitudini alimentari e assicurarsi che riceva cibo a sufficienza.

Iniziate a mescolare la nuova dieta con quella vecchia, aumentando gradualmente la porzione del nuovo alimento e diminuendo quella del vecchio, fino a quando entrambi non saranno scomparsi.

Se il gatto viene alimentato esclusivamente con cibo umido (e non con crocchette secche), assicuratevi che beva comunque molta acqua, poiché alcune marche di cibo in scatola possono avere un contenuto di sodio piuttosto elevato (superiore a quello che mangerebbe normalmente).

In caso di dubbio sul sovrappeso o meno di un animale, consultate un veterinario che possa eseguire test come scansioni DEXA o analisi del sangue per garantire il mantenimento di livelli di nutrizione adeguati in tutte le fasi, dall’infanzia all’età adulta; particolarmente importante per gli animali anziani, il cui metabolismo rallenta considerevolmente una volta raggiunta l’età matura”.

Ora che sapete quanto deve mangiare il vostro gatto, potete andare avanti con fiducia!

Ora che sapete quanto dovrebbe mangiare il vostro gatto, potete andare avanti con fiducia!

Se il peso del vostro gatto è sballato, ci sono alcune cose che potete fare per aiutarlo a tornare in equilibrio. Innanzitutto, controllate il numero sulla bilancia; se è in sovrappeso o obeso (con un peso ideale di 3 kg), riducete di conseguenza l’assunzione di cibo.

Dovrete ridurlo gradualmente; se era abituato a a mangiare due tazze al giorno e ora ne mangia una, ci vorrà un po’ di tempo prima che il suo metabolismo si adatti. Se è in sovrappeso ma in buona salute, diminuite la porzione del 25% ogni tre giorni fino a raggiungere un livello adeguato di grasso corporeo; probabilmente perderà interesse per il cibo prima di allora!

Potete anche far fare al vostro gatto un po’ di attività fisica giocando a recuperare i suoi giochi per gatti preferiti o portandolo fuori, se è sicuro per entrambi (anche i gatti che vivono in casa hanno bisogno di esercizio!).

Conclusione

Ed ecco fatto! È ora di passare all’azione. Ora che sapete quanto dovrebbe mangiare il vostro gatto, speriamo che questo articolo sia stato informativo e utile per passare a uno stile di vita sano per il vostro amico peloso. Buona fortuna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.